” FOTOGRAFIA COME DIALOGO ” IN RICORDO DI ENZO BEVILACQUA

 

 

GRANDE SUCCESSO PER “FOTOGRAFIA COME DIALOGO”, UNA SERATA ORGANIZZATA DAL CIRCOLO FOTOGRAFICO AVIS MARIO GIACOMELLI IN RICORDO DI ENZO BEVILACQUA

Poliedrico, eclettico e dotato di una grande umanità. Questo era Enzo Bevilacqua e proprio la sua figura è stata ricordata nella serata evento “Fotografia come dialogo”, organizzata dal Circolo Fotografico Avis Mario Giacomelli, con lo scopo di ricordare il nostro concittadino Enzo Bevilacqua, fotografo di grande fama che ha portato alto il nome di Osimo.

In un teatrino Campana sold-out, dopo i saluti di rito del Sindaco Simone Pugnaloni, sul palco si sono avvicendati diverse figure che hanno delineato ognuno un tratto del compianto Enzo Bevilacqua, in una tavolozza ricca di colori che hanno contornato l’Enzo privato, grazie al ricordo della figlia Maria Laura Bevilacqua, il rapporto con gli altri fotografi, grazie al contributo di Gioacchino Castellani Vice Presidente Associazione Fotoamatori Senza Testa, la consistenza del suo immenso archivio fotografico, illustrato dal presidente del CFAMG Sauro Strappato, da cui è stato tratto il libro “Enzo Bevilacqua, fotografia come dialogo” edito a cura del CFAMG e degli eredi Bevilacqua. Infine il video intervento di Vincenzo Marzocchini, storico e critico della fotografia, che colto l’essenza della fotografia di Bevilacqua.

Al termine della serata è stata inaugurata una mostra fotografica con una selezione delle foto del fotografo osimano, visitabile fino a domenica 19 settembre al Palazzo Campana, che ringraziamo per l’ospitalità.

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Circolo Fotografico Avis Mario Giacomelli

 

pixelstats trackingpixel